GET UP and WALK 17/09 DISPONIBILITA’: dalle pretese alle sorprese!

a cura dei Gesuiti Italiani

Chi ha perso la capacità di meravigliarsi e di non essere sorpreso dalla dignità delle cose,è come se fosse morto. I suoi occhi sono spenti. Albert Einstein

 Lc 7,31-35

31 A chi dunque posso paragonare la gente di questa generazione? A chi è simile? 32 È simile a bambini che, seduti in piazza, gridano gli uni agli altri così: “Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non avete pianto!”.

33 È venuto infatti Giovanni il Battista, che non mangia pane e non beve vino, e voi dite: “È indemoniato”. 34 È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e voi dite: “Ecco un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori!”.

35 Ma la Sapienza è stata riconosciuta giusta da tutti i suoi figli».

Gesù ha ragione: a volte siamo dei bambini incontentabili, arroccati sulle nostre pretese. Pronti a lamentarci quando abbiamo troppo o quando abbiamo troppo poco!

E facendo così riduciamo la bellezza della nostra vita a piccole soddisfazioni quotidiani, sopravvivendo invece di vivere.

Siamo invitati invece a lasciarci sor-prendere da Gesù, perché Lui ci com-prende e intravede spesso meglio di noi i nostri orizzonti di vita piena, autentica, felice.

Lasciamoci coinvolgere dalle sue sor-prese, abbandonando le nostre pre-tese. Questa è la vera Sapienza della vita!

Buona giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...