04/03 #COMPITO

Fame di Amore.png

COMPITO: quello della vita è lasciarsi amare ed amare

Non devono dimenticare, se amano, che sono degli esordienti, degli apprendisti in amore. Devono imparare l’amore e come per ogni studio, ci vuole calma, pazienza, concentrazione. Chi ama deve cercare di comportarsi come se fosse di fronte ad un grande compito: sovente restare solo, rientrare in se stesso, concentrarsi, tenersi in pugno saldamente; deve lavorare, deve diventare qualcosa.       [R. M. Rilke]

 
Mc 12, 28-34
In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».

Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici».

Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio». E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.
 
Che gioia sentire da Gesù che il primo comandamento è l’amore! Gioia perché amare corrisponde esattamente al desiderio del nostro cuore, fatto per vivere nell’amore condiviso.
Ma se è un desiderio del nostro cuore, perché deve essere comandato? O c’è on non c’è!!? Abbiamo ragione! Se Dio non avesse messo nel nostro cuore l’anelito profondo verso l’amore, un comandamento sarebbe del tutto inutile!! Quindi amare è innanzitutto un dono …
Tuttavia l’amore non è un dinamismo spontaneo, esige la nostra fattiva collaborazione, che mettiamo al servizio dell’amore le nostra capacità di pensare, sentire ed agire.
Il nostro amore, presente, è però sempre mescolato a tante altre cose, e l’esperienza quotidiana lo dimostra …
Allora abbiamo sempre bisogno di un invito forte, che non distolga le nostre attenzioni ed i nostri sforzi al più grande compito della vita: lasciarsi amare ed amare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...