I referendum della coscienza che non possiamo evitare. Quando rimanere o lasciare è una questione esistenziale

rigantur mentes

Meditazione sul Vangelo

della XIII domenica del T.O. anno C

26 giugno 2016

Lc 9,51-62

Mi arrischio e mi sottometto.

Io scelgo ma mi dico: non posso altrimenti.

P. Ricoeur

Quand’è che si diventa adulti? Anzi, perché mai dovremmo diventarlo?

Se mi guardo intorno, e perché no, se guardo anche me stesso, in fondo sembra che non abbiamo propria nessuna intenzione di diventarlo. Tutt’al più è a volte la vita stessa che ci costringe a scendere dal passeggino e a cominciare a spingerlo!

Si diventa adulti solo quando ci si riconosce responsabili di qualcuno.

Perché diventare adulti, dunque? Perché è l’unico modo per dare senso alla vita. Diventare adulto è la possibilità di dare senso, riconoscendosi responsabili di qualcuno. Sono sicuro che non troverai un senso alla tua vita, se non sarai capace di rispondere a questa domanda: di chi sei responsabile oggi?

La responsabilità per altri esige determinazione.

View original post 554 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...