01/07 #sguardi

th.jpg

 

Sguardi: se avesse guardato se stesso e non Gesù, Matteo non si sarebbe alzato


“La Chiesa non è fatta di giusti, ma di peccatori perdonati, sempre bisognosi di ricevere e dare perdono. I cristiani non vivono della propria giustizia, ma della sua ‘grazia’: graziati dal Signore, usano grazia gli uni verso gli altri.” [Silvano Fausti sj]

 Mt 9, 9-13
Andando via di là, Gesù vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.

Mentre sedeva a tavola nella casa, sopraggiunsero molti pubblicani e peccatori e se ne stavano a tavola con Gesù e con i suoi discepoli. Vedendo ciò, i farisei dicevano ai suoi discepoli: «Come mai il vostro maestro mangia insieme ai pubblicani e ai peccatori?». Udito questo, disse: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Andate a imparare che cosa vuol dire: Misericordia io voglio e non sacrifici. Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori».

 

Siamo sani o siamo malati? Questa è la domanda fondamentale che ci pone Gesù. 

A Lui non importa se siamo pubblicani, farisei o discepoli, non è interessato da ciò che facciamo, dal nostro ruolo sociale. 

È interessato al nostro cuore, alla nostra capacità di vivere relazioni vere ed arricchenti! 

E sa che non ci riusciamo, perché vogliamo amare senza riconoscere il bisogno di essere amati. Lui ci cura così, con l’amore, è un cardiologo, ed il farmaco è l’amore!

 

Buona giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...