27/07 inquietudine

th.jpg

Cuori inquieti e per questo capaci di mettersi in ricerca

“Non è solo l’uomo ad avere in sé l’inquietudine verso Dio, ma questa inquietudine è una partecipazione all’inquietudine di Dio per noi. Poiché Dio è inquieto nei nostri confronti.” [Benedetto XVI]

Mt 13,44-46
In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:
«Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.
Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra.

Il Regno di Dio è qualcosa che non da pace! Non c’è luogo dove Dio non continui ad operare: non esiste luogo Ateo! Ma per essere Regno di Dio chiede che noi vi partecipiamo, ma come? Il Vangelo di oggi ci invita a cercare il Regno di Dio, ad essere dei ricercatori del Regno!
Il Regno di Dio è dei ricercatori di tesori e di perle preziose! Il Regno di Dio è di tutte quelle categorie di persone che non si accontentano della prima impressione: che vedono più in  profondità della nuda terra o del mare, che non fermano il proprio sguardo sul duro guscio delle conchiglie. Il Regno di Dio è di chi contempla il creato in ricerca del Creatore! Ma anche, il Regno di Dio è di chi sa perdere! Sa perdere i propri averi, di chi sa riconoscere ciò che serve da ciò che semplicemente pesa, e per questo sa scartare, discernere, ripartire, come quei pescatori.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...