16/01 #otrinuovi

otri_vino.jpg
Otri nuovi: sempre aperti a ricevere questo suo grande dono


“Siate sempre in guerra con i vostri vizi, in pace con i vostri vicini, e fate si che ogni anno vi scopra persone migliori.” [Benjamin Franklin]


Mc 2, 18-22

In quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Si recarono allora da Gesù e gli dissero: “Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?”.Gesù disse loro: “Possono forse digiunare gli invitati a nozze quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare. Ma verranno i giorni in cui sarà loro tolto lo sposo e allora digiuneranno. Nessuno cuce una toppa di panno grezzo su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo squarcia il vecchio e si forma uno strappo peggiore. E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri e si perdono vino e otri, ma vino nuovo in otri nuovi”.

Gesù oggi ci consegna queste parole misteriose: “Vino nuovo in otri nuovi”. Parole che potrebbero inquietarci perché sono rivolte proprio a noi: avete otri nuovi per il vino nuovo? Proviamo a pensarci, Gesù versa continuamente questo vino nuovo, ogni giorno per noi. Nell’Eucaristia con il suo sangue versa il vino della Nuova Alleanza che è un vino forte, magnifico; è un vino che fa aprire i cuori chiusi, spesso poco generosi, poco amanti, ripiegati su se stessi. Egli vuole che nasca in noi il desiderio di cercare questi otri nuovi, per questo ci viene incontro e ci indica dove trovarli. Per accogliere il vino nuovo c’è un solo recipiente veramente capace è il cuore stesso di Gesù. Per questo ci offre continuamente il suo cuore… la nostra unica preoccupazione dovrebbe essere allora solo quella di accoglierlo; di essere uniti al suo cuore; di avere i suoi stessi sentimenti. Questo è il solo modo per ricevere il vino nuovo della Nuova Alleanza.
Chiediamo al Signore che ci faccia essere sempre aperti a ricevere questo suo grande dono, affinché la nostra vita non sia una sconfitta che si spacca perché in otri vecchi, ma accogliendo il vino nuovo accolga anche la vita nuova, in otri nuovi.

p. Matteo Daniele sj della comunità dei Gesuiti della Chiesa Universiatria di S. Frediano in Pisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...