20/03 #sangiuseppe

b.jpg

PATERNITA’: capaci di custodire, proteggere, sostenere

“Riuscire a trovare la gioia nella gioia altrui: questo è il segreto della felicità!” [Georges Bernanos]

 

Mt 1,16.18-21.24a
Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù, chiamato Cristo.
Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore. 

 
Tutti siamo chiamati alla paternità … tutti invitati ad un cammino di 10 tappe …

1°. Il primo impegno di un padre verso i suoi figli è amare la madre.
2°. Il padre deve soprattutto esserci. Una presenza che significa “voi siete il primo interesse della mia vita”.
3°. Un padre è un modello:  esempio di comportamenti, di amore .
4°. Un padre dà sicurezza. Il papà è il custode. 

5°. Un padre incoraggia e dà forza. Il papà dimostra il suo amore con la stima, il rispetto, l’ascolto, l’accettazione.
6°. Un padre ricorda e racconta. luogo di condivisione della giornata.
7°. Un padre insegna a risolvere i problemi, insieme cerca le possibili soluzioni. 
8°. Un padre perdona. Il perdono del papà è la qualità più grande, più attesa, più sentita da un figlio. 
9°. Il padre è sempre il padre. Anche se vive lontano.
10°. Un padre è immagine di Dio. Essere padre è una vocazione, non solo una scelta personale.

Ma non senza un dramma personale e molto doloroso, quello di Giuseppe. 
Dio lo invita ad allargare il cuore per poterlo riempire del suo dono , troppo grande per il nostro cuore ristretto. E così diviene il padre di Gesù e continua a vivere con Maria, strumento di Dio per tutto il mondo.
 
Buona paternità …

One thought on “20/03 #sangiuseppe

  1. Agnese ha detto:

    Ieri ho letto la meditazione sul Vangelo della Solennità di San Giuseppe e mi dispiace che sia scomparsa. Belli i punti sulla paternità. Ripubblicate tutto per favore.
    Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...