Siamo tutti nello stesso dramma. Alla ricerca del proprio ruolo nella Passione di Cristo

rigantur mentes

Meditazione sul Vangelo

della Domenica delle Palme (anno A)

9 aprile 2017

Mt 26,14-27,66

Tutto il mondo è un palcoscenico.

E tutti, uomini e donne, non sono che attori.

Hanno le loro entrate e le loro uscite;

ciascuno nella sua vita recita diverse parti.

Shakespeare

Un racconto è tanto più efficace quanto più ci permette di immedesimarci in esso. Anche quando ascoltiamo la storia di un’altra persona, ne siamo colpiti nella misura in cui parla anche un po’ di noi. Del resto, già la tragedia del mondo classico aveva un potere catartico proprio per il fatto che tutti potevano in qualche modo rivedersi nei personaggi: era come se ciascuno fosse segretamente svelato in quello che veniva rappresentato pubblicamente.

Pompei. mosaico con musici ambulanti, II sec d.C.

Qualche anno fa, il film Freedom writers, riproponeva questa dinamica: ragazzi difficili di una scuola che prevedeva un programma di integrazione raziale erano invitati a leggere il Diario di Anna Frank…

View original post 1.481 altre parole