20/05 #verificadell’amore

Gv 15- 18-21.jpeg

LA VERIFICA dell’AMORE: quando l’amore diventa carità operosa …

“La carità e la giustizia non sono solo azioni sociali ma sono azioni spirituali realizzate nella luce dello Spirito Santo.” [Benedetto XVI]

Gv 15,18-21
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondpane o vi odia.
Ricordatevi della parola che io vi ho detto: “Un servo non è più grande del suo padrone”. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».
Quando compiamo una chiara scelta di vita allora incontriamo anche difficoltà, opposizioni, contrasti. Chi decide fermamente di seguire Cristo nella sua vita, facendo suoi i criteri del Vangelo, si trova gettato fuori, considerato un estraneo e nemico. La vita di chi sceglie il Vangelo diviene una continua accusa alle opere perverse del mondo e un rimprovero eloquente per chi si allontana dal Vangelo.Il «mondo» è piuttosto un modo di pensare e di agire fondato sull’egoismo e sulla paura. Si impone a tutti, quasi un canovaccio nel quale ognuno è costretto dalle circostanze a recitare la sua parte.Chi cerca la verità, la libertà e l’amore è rifiutato. Quando incontriamo queste opposizioni e difficoltà ricordiamo che il Signore ci ha scelti e inviati. E quindi la paura non può avere la meglio su chi il Signore ha scelto, chiamato e inviato.L’amore non è una realtà da racchiudere nello scrigno del cuore, come dice una certa letteratura devozionale. È, invece,un fermento da immergere nella pasta della storia e dell’umanità.L’amore fa uscire dal guscio dell’egoismo per entrare nel mondo, per ascoltare il lamento del povero nella notte, per stendere la mano a chi è ai margini delle strade, per essere la luce del cieco. E per questo chel’amore diventa carità operosa, diventa annunzio del Vangelo della salvezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...