26/05 #esserepartoriti

Gv 16-20-23.jpg

ESSERE PARTORITI: uscire da uno spazio angusto per una nuova vita

“Il buon Dio non ha scritto che noi fossimo il miele della terra, ragazzo mio, ma il sale. Il sale, su una pelle a vivo, è una cosa che brucia. Ma le impedisce anche di marcire”. [Georges Bernanos]

Gv 16, 20-23
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «In verità, in verità io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia. La donna, quando partorisce, è nel dolore, perché è venuta la sua ora; ma, quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più della sofferenza, per la gioia che è venuto al mondo un uomo. Così anche voi, ora, siete nel dolore; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno potrà togliervi la vostra gioia. Quel giorno non mi domanderete più nulla».
 
La fede genera gioia. La gioia è consapevolezza di ciò a cui siamo chiamati, a Gesù risorto. Eglici genera a vita nuova e inattesacosì come una madre mette alla luce un figlio.
Il bambino uscendo dall’utero materno inizia a respirare vivendo la novità della vita, fuori dall’angusto spazio del grembo. Così noi nella vita di fede, finchè non incontriamo Dio, pensiamo che il nostro piccolo mondo di relazioni uterine sia di fatto l’intero universo .
Questoparto alla fede, però, avviene in un contesto di fatica e talvolta di sofferenza. Questa ci fa paura.Non spaventiamociallora se a volte il nostro è un percorso faticoso, irto di dubbi e di incertezze:è l’unico modo che abbiamo per poter nascere alla nuova dimensione di figli di Dio.
Il parto è doloroso, ma apre alla vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...