27/10 #enigmi

maxresdefault.jpg

Gli enigmi di Dio sono più soddisfacenti delle soluzioni dell’uomo. [G.K. Chesterton]

Mt 13,10-17
In quel tempo, i discepoli si avvicinarono a Gesù e gli dissero: «Perché a loro parli con parabole?».
Egli rispose loro: «Perché a voi è dato conoscere i misteri del regno dei cieli, ma a loro non è dato. Infatti a colui che ha, verrà dato e sarà nell’abbondanza; ma a colui che non ha, sarà tolto anche quello che ha. Per questo a loro parlo con parabole: perché guardando non vedono, udendo non ascoltano e non comprendono.
Così si compie per loro la profezia di Isaìa che dice:
“Udrete, sì, ma non comprenderete,
guarderete, sì, ma non vedrete.
Perché il cuore di questo popolo è diventato insensibile,
sono diventati duri di orecchi
e hanno chiuso gli occhi,
perché non vedano con gli occhi,
non ascoltino con gli orecchi
e non comprendano con il cuore
e non si convertano e io li guarisca!”.
Beati invece i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché ascoltano. In verità io vi dico: molti profeti e molti giusti hanno desiderato vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono!».
La preghiera del Cristiano ha un solo scopo: diventare uditore – testimone della Parola di Dio! È uno spogliarsi per centrarsi in un Amore che è fatto di gesti, di azioni, di corpo e di parole. È un Amore concreto e quindi  non è mai immediato, ma è fatto di ripetizioni, di attese, di entusiasmi e paure. Non è immediato vivere l’amore di Dio in un mondo che sembra fatto di una logica diversa, e che fa apparire l’amore di Dio enigmatico, appunto: mai immediato! Maper chi continua  a pregare, ascoltando la Parola di Dio, il linguaggio di Gesù diventa familiare.È ciò che vivevano i discepoli, che stando con Gesù acquisirono una famigliarità con Lui. È ciò che è donato a noi per opera dello Spirito Santo.
La realtà da enigmatica, da questione difficile da porsi, diventa possibilità di conversione:nella preghiera quotidiana la Parola diventa parabola e invita a convertire i nostri cuori, perché attirati dalle Parole di Dio!In questo cammino di conversionescopriamo la nostra Beatitudine più grande: riuscire a vedere ed ascoltarel’amore di Dio, o come direbbe Ignazio di Loyola: acontemplare Dio in ogni creatura. Lo stare, il perseverare, il ripetere azioni, gesti, parole di preghiera e di lode rivolti a Dio ci rende Beati, perché figli amanti concretamente di Dio.

maxresdefault.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...