26/12 – Per amore dell’amore

26-12.jpg

Per null’altro sia se non che per amore.
Soltanto per amore amami
– e sempre, per l’eternità.

Elizabeth Barrett Browning

 

Gesù disse ai suoi apostoli:
«Guardatevi dagli uomini, perché vi consegneranno ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani.
Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perché vi sarà dato in quell’ora ciò che dovrete dire: infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi.
Il fratello farà morire il fratello e il padre il figlio, e i figli si alzeranno ad accusare i genitori e li uccideranno. Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato».

Mt 10,17-22

 

Oggi Gesù ci rivolge uno degli ammonimenti più difficili da accettare: dobbiamo guardarci dai nostri simili, dai nostri vicini, dalle persone che amiamo. Sarà proprio chi ci cammina accanto a condannarci perché l’amore di Dio e per Dio è troppo grande per trovar spazio nella limitatezza angusta della nostra quotidianità. Troppo vasto e scandaloso per essere compreso.

Anche nei nostri affetti quotidiani dobbiamo aprirci all’amore di Dio per poterci avvicinare alla sua logica gratuita, allontanandoci dall’economia di scambio cui siamo abituati. Questa apertura, questo allontanamento mettono alla prova – ma ciò non deve spaventarci: aprirci al suo amore ci rende liberi e capaci, nello Spirito. Non per bravura, non per merito, ma per grazia.

Se con perseveranza resteremo nel suo amore, se ci lasceremo svuotare per essere da lui riempiti, saremo liberati. Salvati dalla sua grazia, saremo testimoni e mezzi del suo amore salvifico – e allora anche i nostri legami umani diventeranno finalmente relazioni liberanti, nella verità del suo Spirito.

 

 

  • Quando mi sono sentito condannato per la mia fede?
  • In che occasioni ho sentito l’amore di Dio nell’amore per chi mi era accanto?
  • In che luogo oggi vorrei rendermi puro strumento dell’amore di Dio?

 

Rete Loyola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...