23/1 – Ma sei fuori?

23-1.jpg

La chiave per un buon ascolto non è la tecnica, è il desiderio.

Steeve Goodier


Giunsero la madre di Gesù e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo.
Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: «Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano».
Ma egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre».

Mc 3, 31-35

Intorno a Gesù ci sono differenti cerchi, differenti modi di seguirlo: troviamo il gruppo dei dodici, i 72 discepoli, gli altri che lo seguono, i simpatizzanti e la folla. Ognuno, più che scegliere, è scelto e nel rispondere alla chiamata viene collocato al suo posto.

Spesso noi vorremmo che fosse Gesù a rispondere alla “nostra chiamata”, che ci seguisse, che facesse la “nostra volontà”: è in questo modo che ci poniamo “fuori”, diventiamo automaticamente esclusi dalla cerchia di coloro che lo ascoltano.

Ascoltare vuol dire fare. Se uno ascolta e non fa, di conseguenza non ha ascoltato, ha semplicemente sentito, ha percepito dei suoni, ma non ha obbedito. L’obbedienza è un’azione di conseguenza all’ascoltare.

Essere dentro è ascoltare e fare, ma anche lasciarsi guardare. In quello sguardo circolare di Gesù c’è il volto di Dio che guarda ciascuno di noi con uno sguardo amorevole, misericordioso, accogliente, che vede in noi la bellezza che siamo e ci invita ad uscire allo scoperto, a non nasconderci negli angoli bui della vita. E questo sguardo ci dice che lui si è rivolto verso di noi, che possiamo chiamarlo, guardarlo in faccia e parlargli da amici.

Per entrare è necessario passare da una porta stretta – la porta dell’ascolto, del fare e del lasciarsi guardare – prima di poter accedere allo spazio sconvolgente di una reciprocità che si gioca ormai unicamente in Dio.

 

  • In quale cerchio ti ritrovi? Sei fuori o dentro?
  • Il tuo ascoltare è anche fare?
  • Ti lasci guardare?
p. Claudio Rajola SJ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...