26/1 – Dammi una mano!

26-1.png

– Oggi ho imparato una cosa sulle mani!
– Che cosa?
– Dammi la mano, ti faccio vedere:
 è bello tenersele!

Lucy van Pelt – Peanuts

Il Signore designò altri settantadue e li inviò a due a due davanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.

Diceva loro: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, né sacca, né sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada.

In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa. Non passate da una casa all’altra.

Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: “È vicino a voi il regno di Dio”».

Lc 10,1-9

 

Mandati a due a due non possiamo smettere di annunciare l’amore del Signore: è nella relazione che l’amore si incarna – come nel corpo di Cristo. Diventiamo corpo di Cristo e insieme possiamo portarne l’annuncio. Non coppie isolate, non soltanto relazioni a due, ma una rete di relazioni: siamo noi gli altri, siamo noi i settantadue. Settantadue perché è nel grande numero che si rende possibile l’armonia che porta la pace.

Una catena di mani libera dalla fatica: insieme la messe può essere raccolta anche se abbondante. La sapienza del Signore non lascia che il grano si perda: se da solo il nostro cuore non reggerebbe una tale abbondanza di messe, nella possibilità di relazione il cuore si allarga e anche il miracolo diviene possibile. Coltiviamo dunque la relazione coi fratelli, perché è un luogo di Dio di cui prendersi cura. Lungo la strada le nostre relazioni siano sempre nel Signore, affinché portino frutti di pace ed armonia da condividere con chi desidera accoglierli.

  • Quale relazione vorrei che il Signore benedicesse?
  • Quando mi sono sentito solo?
  • In che circostanza mi sono sentito avvicinato a Dio da una relazione umana?
Rete Loyola

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...